Monthly Archives: novembre 2015

MATI (μάτι) – MALOCCHIO

In Grecia moltissimi credono al MATI (μάτι). In Italia malocchio.
È consuetudine, per i greci, “sputare” per scongiurare il male.
Dopo un complimento molti greci fanno un soffio attraverso le labbra serrate, come se sputassero, con lo scopo di proteggere la persona che riceve il complimento dal “malocchio”.
Allo stesso modo se sente brutte notizie su se stesso ha l’abitudine di “sputarsi addosso” tre volte, per evitare che ciò che è stato detto o insinuato accada veramente.


PREMIO IRIDA – OPERE FINALISTE

La giuria di esperti ha selezionato le dodici opere finaliste del PREMIO IRIDA: sei per la categoria Pittura e sei per la categoria Fotografia.

Dal 19 dicembre al 26 dicembre 2015 mostra delle opere finaliste

Leggi tutto

PREMIO IRIDA – OPERE FINALISTE

La giuria di esperti ha selezionato le dodici opere finaliste del PREMIO IRIDA: sei per la categoria Pittura e sei per la categoria Fotografia.

Dal 19 dicembre al 26 dicembre 2015 mostra delle opere finaliste a Reggio Calabria e proclamazione del vincitore, per ogni categoria, durante la serata del vernissage. Al vincitore di ogni sezione sarà assegnato un premio in denaro di 150€.

Le 12 opere finaliste saranno pubblicate su un calendario realizzato dalla Comunità Ellenica “Megali Ellada” per l’anno 2016. La pubblicazione avverrà entro le prime due settimane di gennaio 2016.

Visita la pagina dedicata alle opere finaliste cliccando qui

**


Μιλώ Ελληνικά / Speak Greek

Nuovo strumento online di formazione vocale, gratuito, per l’insegnamento del greco, prodotto dal Laboratorio di Fonetica presso la Facoltà della Lingua e Letteratura Inglese dell’ Università Aristotele di Salonicco.

Lo sviluppo dell’ applicazione permette l’utilizzo autonomo da parte dell’alunno, ma anche il suo uso insieme ad un insegnante di lingua, un logopedista o un ricercatore. “Speak Greek” fornisce corsi di formazione sulla percezione e la produzione dei suoni, lo stress, l’intonazione e il ritmo del greco. Si tratta del primo strumento di formazione “biofeedback” online per la lingua greca.

fonte: puntogrecia.gr

Μιλώ Ελληνικά / Speak Greek


Tzatziki – Τζατζικι

tzatziki  INGREDIENTI:

  • 250gr di yogurt greco
  • Un cetriolo, sbucciato e tritato con grattuggia a trama grossa
  • 2 spicchi d’aglio finemente tritati
  • un cucchiaino di aceto (o di succo di limone)
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
  • 2 cucchiaini di aneto tritato

Tritate il cetriolo con una grattugia a trama grossa, salatelo e lasciatelo scolare. Strizzatelo  avendo cura di elimare tutta l’acqua. Tritate finemente l’aglio e l’aneto.

Mescolate lo yogurt greco con il cetriolo fino ad ottenere un composto omogeneo. Servendovi di un cucchiaio aggiungete l’olio, aceto, aglio tritato, pepe e aneto, mescolate e servite.

Suggerimenti:

– Il cetriolo dovrebbe essere privato sia della buccia che dei semi. Una volta grattugiato, riporre la polpa di cetriolo su un panno assorbente per eliminare l’eccesso di liquidi.

–  Più tempo lascerete lo tzatziki in frigo prima di servirlo, più sapore acquisterà.


CAPPELLO DA CHEF

Nel corso del tempo la cucina greca ci ha lasciato molto nei sapori, nei profumi e negli utensili da cucina.

Non tutti sanno che il tradizionale cappello da Chef, ad esempio, è nato in Grecia. Infatti i cuochi greci, che lavoravano all’interno delle cucine dei monasteri medievali, indossavano alti cappelli bianchi per distinguersi dai monaci che ne usavano uno della stessa forma ma nero.