6 Dicembre – San Nicola

6 Dicembre – San Nicola

Il patrono della Grecia è San Nicola (6 dicembre).

La figura di San Nicola, come quella di molti santi è avvolta nel mistero: le uniche notizie che ci sono arrivate, narrano che nacque nella città di Pàtara, nella regione occidentale dell’antica Grecia, oggi al sud della Turchia, intorno agli anni 260-280 d. C. La leggenda narra che ereditò una grossa fortuna dai genitori e che la sua bontà lo indusse a distribuirla ai poveri del suo paese.

Sul personaggio di San Nicola esiste tutta una serie di leggende che furono alla base della sua venerazione. Durante la vita si prese sempre carico di orfani, di vedove e di gente perseguitata. La sua fama di generosità deriva dalla leggenda che lo vuole benefattore di tre ragazze, le quali rischiavano di finire come prostitute,

non essendo il loro padre in grado di pagare i debiti da cui era gravato. Quando San Nicola lo venne a sapere, per tre notti consecutive, gettò nella finestra della stanza da letto delle figlie borsellini di monete salvandole da un destino infausto. Il padre pagò i debiti e gli rimasero i soldi anche per le doti delle tre figlie. Per questo motivo le ragazze nubili che hanno il desiderio di sposarsi pregano San Nicola. Durante la sua permanenza a Bari, secondo la leggenda, salvò la vita ad alcuni marinai, per cui con l’attributo dell’ancora, viene venerato come patrono dei marinai e dei commercianti. San Nicola protesse inoltre i pescatori e nell’Europa centrale i traghettatori, si curò dei ponti e protesse dalle alluvioni. Il giorno della festa di San Nicola – il 6 dicembre – da allora fu associato alla ricchezza e alla prosperità.

Oltre ad essere patrono di Grecia è anche protettore di:

– bambini
– vergini
– chierichetti
– pellegrini e viaggiatori
– commercianti,
– avvocati
– giudici
– notai
– farmacisti
– osti e commercianti di vino
– fabbricatori e commercianti di profumi
– pescatori, marinai e zatterieri

– mugnai, panettieri e commercianti di grano e di semi
– macellai
– mastri birrai e distillatori
– contadini
– tessitori
– commercianti di panno e di pizzi
– scalpellini
– operai nelle cave
– rilegatori
– bottonai
– candelai e pompieri
– prigionieri

Inoltre si può pregare San Nicola:

– per la buona navigazione
– contro il pericolo dell‘acqua sia sulla terraferma che sul mare

– contro i ladri
– perché aiuti a riavere gli oggetti persi o smarriti.