NEWS

LE PAROLE DEI GRECI – VIDEO DEI LICEI PARTECIPANTI ALLA MARATONA

Ecco i video realizzati dagli studenti dei licei della Calabria che hanno partecipato alla maratona leteraria “Le parole dei greci”, in occasione della 3° Giornata Mondiale della Lingua Greca. Buona visione.


GIORNATA MONDIALE DELLA LINGUA E DELLA CULTURA GRECA 9 Febbraio 2018

Tags : 

Comunità Ellenica della Calabria “Megali Ellada”
in collaborazione con il
Coordinamento dei Docenti dei licei classici ed in sintonia
con le celebrazioni solenni programmate a Napoli,
con il patrocinio dell’Ambasciata di Grecia ed
il Ministero della Pubblica Istruzione della Grecia

ORGANIZZA


TAGLIO DELLA VASILOPITA 2018

La Comunità Ellenica della Calabria “Megali Ellada”

Vi invita all’annuale

“ΚΟΠΗ ΤΗΣ ΒΑΣΙΛΟΠΙΤΑΣ”

TAGLIO DELLA VASILOPITA

2018

Domenica 21 gennaio ore 17:00

Presso la sede della comunit
in via ravagnese superiore, 8/A, 89131, Reggio Calabria

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!


CENA SOCIALE CON SPECIALITA’ GRECHE 15 DICEMBRE 2017

Tags : 

La Comunità Ellenica della Calabria “Megali Ellada” organizza la cena sociale con Specialità Greche.
L’appuntamento è previsto per venerdì 15 Dicembre 2017, ore 21:00, presso il ristorante “La Griglia” a Pellaro.
Sarà un’occasione per socializzare fra iscritti e simpatizzanti in un momento conviviale. Durante l’evento sarà presente anche un punto di informazione per far conoscere i nostri

Leggi tutto


PIFF 2017

L’11 Agosto 2017 abbiamo avuto l’onore di poter premiare Pippo Franco, l’attore italiano, con un premio alla carriera assieme al sindaco Walter Scerbo sul palco del Palizzi Film Festival 2017 durante la seconda serata. In assenza della presidente Maria Chapaloglou, è stata la segretaria e tesoriera Luciana Ruggeri a salire sul palco per rappresentare in modo eccezionale la comunità e consegnare la maschera in ceramica tipica di Seminara contro la sfortuna all’ospite. Di seguito potete vedere le foto e i link delle testate giornalistiche che hanno parlato dell’evento.

 

 

Link:

http://www.strettoweb.com/2017/08/reggio-calabria-pippo-franco-accolto-con-grande-entusiasmo-al-palizzi-international-film-festival/590880/

http://lacnews24.it/cultura-e-spettacolo/pippo-franco-palizzi-film-festival-reggio_29908/

http://www.ilmetropolitano.it/2017/08/12/pippo-franco-conquista-pubblico-palizzi/

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DEL ‘PALIZZI INTERNATIONAL FILM FESTIVAL’

http://www.deliapress.it/products/film-festival-di-palizzi-2017-un-successone-di-critica-e-di-presenze-la-tartaruga-rossa-e-la-tartaruga-isotta/


2° GIORNATA MONDIALE DELLA LINGUA E CULTURA GRECA

sabato 11 febbraio 2017 ore 19.00

presso

la sala Polifunzionale della chiesa “San Paolo dei Greci”

Interverranno:

Maria chapaloglou

presidente della comunità ellenica “Megali ellada”

Maria Natalia Iiriti

Poetessa vincitrice del XXXI Premio mondiale di poesia Nosside

Francesca Cilea

docente di materie letterarie e latino liceo “L. Da Vinci”

Tiziana Biondi

docente di latino e greco convitto “T.campanella”

Studenti del convitto “T. Campanella”, Liceo Classico e Classico europeo
locandina_giornata_greca_2017



VISITA GUIDATA DELLA CHIESA ORTODOSSA E CONCERTO

La comunità ellenica della Calabria “Megali Ellada” in collaborazione con l’associazione “Il Mio Circolo” sono lieti di invitarvi giorno 5 Gennaio 2017 alla visita guidata della chiesa ortodossa orientale di “San Paolo dei Greci” con Sergej Tikhonov e a seguire il concerto di beneficenza con le più belle melodie del Natale e della musica classica, “Melodie Celesti”, eseguite dal maestro Joseph D’Arrigo.Locandina 5 Gennaio


TAGLIO DELLA VASILOPITA 2017

La Comunità Ellenica della Calabria “Megali Ellada”

Vi invita al

“ΚΟΠΗ ΤΗΣ ΒΑΣΙΛΟΠΙΤΑΣ”

TAGLIO DELLA VASILOPITA

2017 Domenica 8 gennaio 2017 ore 16:30

presso la sala della chiesa “San Paolo dei Greci”

a seguire

TOMBOLATA GRECA

ricchi premi per tutti!

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!Vasilopita


Il Teatro greco di Taormina.

Il teatro di Taormina (Tauromenion) avrebbe un’origine ellenistica – sulla base dei pochi documenti archeologici potrebbe essere del III secolo a.C.[1][2] – ma si presenta totalmente romano nel suo aspetto oggi visibile. La struttura originaria era legata ad un piccolo santuario di cui resta il basamento sul belvedere che sovrasta la cavea. Una prima ricostruzione dell’edificio si ebbe in età repubblicana o primo Impero, forse sotto Augusto, per poi essere ampliato nella prima metà del II secolo d.C. nelle forme oggi note. L’edificio raggiunse i 109 metri di diametro massimo, con un’orchestra dal diametro di 35 metri, per una capienza di circa 10000 spettatori.  In pieno e nel tardo Impero l’edificio venne adattato ad ospitare le venationes (spettacoli di lotta tra gladiatori e bestie feroci), trasformandosi in un vero e proprio anfiteatro: l’orchestra venne mutata in arena sostituendo le gradinate inferiori con un corridoio a volta che connetteva ad un ipogeo al centro dello spiazzo, dove le macchine sceniche permettevano gli “effetti speciali” del combattimento. Infine, in epoca tardo antica, venne realizzato il portico alle spalle della scena[1]. Il suo abbandono probabilmente è da ascriversi con l’assedio dei Vandali e con il conseguente decadimento dell’Impero.


 

Το θέατρο της Τaormina έχει ρίζες ελληνιστικής προέλευσης – βάση των  λίγων αρχαιολογικών εγγράφων. Θα μπορούσε να είναι του τρίτου αιώνα π.Χ.  Σήμερα φαίνεται εντελώς ρωμαϊκό. Η αρχική δομή συνδέθηκε με ένα μικρό ιερό του οποίου παραμένει η βάση για την επιφυλακή πάνω από το αμφιθέατρο. Μια πρώτη ανακατασκευή του κτιρίου πραγματοποιήθηκε στο Ρεπουμπλικανική εποχή ή τις αρχές της Αυτοκρατορίας, ίσως την εποχή του αυτοκράτορα  Αυγούστου, και  να επεκταθεί κατά το πρώτο μισό του δεύτερου μ.Χ. αιώνα στη σημερινή μορφή του. Το κτίριο έφθασε τα 109 μέτρα με μέγιστη διάμετρο ορχήστρας 35 μέτρων, με χωρητικότητα περίπου 10.000 θεατών. Σε πλήρη μορφή παρουσιάζεται στα τέλη της αυτοκρατορίας. Το κτήριο προσαρμόστηκε για να στεγάσει τα venationes (πάλη μεταξύ μονομάχων και  άγριων ​​θηρίων), μετατρέπεται σε ένα πραγματικό αμφιθέατρο: η ορχήστρα άλλαξε με την αντικατάσταση των κερκίδων στην αρένα με χαμηλότερο θολωτό διάδρομο που συνδέεται με ένα υπόγειο στο κέντρο της εκκαθάρισης, όπου τα μηχανήματα σκηνής επέτρεπαν τα “ειδικά εφέ” της μάχης. Τέλος, κατά την ύστερη αρχαιότητα, χτίστηκε η βεράντα πίσω από τη σκηνή . Η εγκατάληψη του πιθανότατα οφειλόταν στην πολιορκία των Βανδάλων και την επακόλουθη παρακμή της αυτοκρατορίας.